420 a processo: costretti a dover dimostrare alla legge ciò che è palesemente dimostrato

Di Carlo Monaco

Premessa: In tutto il mondo ci si prepara al #420day, Sono tante le iniziative del mondo della #cannabis E in #Italia🇮🇹…(per festeggiare bene 🤬…) dopo quasi 6 anni dei fatti del Giugno 2016 (quando avevamo annunciato l’apertura di canapa_caffe_medCanapa Caffè Social Club )

➡️Io e Gigi avremo il nostro processo! La lotta per la #cannabisTerapeutica è ormai parte della mia vita, per anni avrei tanto voluto andare davanti a un giudice..Mai tempi si sono allungati all’infinito,

Sembrava che il nostro caso fosse stato archiviato dopo due interrogazioni parlamentari…

Ma invece, dopo 4 anni e 9 mesi arrivó la “conclusione delle indagini”… E cosi eccoci qua costretti a dover dimostrare alla legge ciò che sembra palese, evidente, se mi si conosce un attimo…

In quell’occasione ci vennero restituiti €800 in contanti e 95 g di Bedrocan. Ora a distanza di anni mi devo giustificare del perché avevo una 70ina di grammi (tra due case) e una piantina… assurdo! Si pensa infatti che ormai nel 2022 i #pazienti siano “non condannabili” , ma chi dice e diffonde messaggi incompleti sui social sta facendo una falsa informazione: “Ti rovinano la vita ” , invece, e un fermo anche amministrativo può essere un problema per una persona sensibile o con problematiche e l’inizio di tanti casini. E dunque, per colpa di una legge anticostituzionale prima, e anacronistica oggi, la mia vita, la mia salute mentale e psicofisica, le persone con cui stare, il tempo libero, tutto, ha preso una forma più contorta.

Ho avuto un arresto e una condanna per “#coltivazione” nel 2008 che mi cambiò la vita ( nonostante un medico che attestava un mio (inizio di ) uso terapeutico.) Scopri che la #cannabismedica per legge non si può autoprodurre e se l’avessi acquistata al mercato nero sarei stato assolto. Ancora la mia vita di nuovo dal 2016 è stata compromessa: da anni infatti sono costretto a guidare senza patente (e solo chi mi frequenta sa come la vivo male).Stessa cosa Gigi … pur mantenendo la patente anche lui sta ancora pagando per avere giustizia, cercando di ottenere una vita normale.

Io, immolato x la causa,costretto all’ #autoproduzione ad una costante #disobbedienza che non mi piace più esplicitare sui social.

E nonostante gli acciacchi e gli alti e bassi, nonostante le malelingue e quasi nessuno che mi dia una mano, continuo, aiuto le persone grazie alle mie conoscenze e faccio tutto con la forza di chi prima o poi arriverà ad avere #GIUSTIZIA

420

Mattinata intensa al Tribunale Penale di Roma, Sono stati sentiti i testimoni convocati dal PM : Dispiace un po’ il modo inquisitorio nei confronti della mia impreparata dottoressa medico di base (che mi ha sempre prescritto, non capendo nulla di #cannabisTerapeutica, basandosi sui piani terapeutici degli specialisti…) Applausi 👏 per un inaspettato Dottor Vidmer Scaioli ( nonostante non si ricordasse bene del sottoscritto) che ha cominciato a dettare lezioni sulla differenza di tipologie di #infiorescenze di #cannabis specificando in particolare i 5 tipi di infiorescenze prodotte dalla azienda bedrocan. E affermando tra le diverse risposte che i principi attivi della cannabis medicinale non differiscono da quella della cannabis di strada o autoprodotta. Applausi anche all’avvocato Lorenzo SimonettiTutela Legale Stupefacenti sempre attento con le giuste domande e la consegna dei giusti documenti al momento giusto…, E che quando io mi agitavo e magari provavo a prendere parola e spiegare…( ad un certo punto il giudice voleva farmi allontanare dell’aula) cercava di farmi stare buono. Come previsto abbiamo avuto un rinvio a dicembre (perchè i poliziotti convocati, che nel 2016 hanno condotto l’operazione di arresto non si sono oggi presentati, senza motivazioni). Ancora dovremmo essere sentiti io, Gigi e una sfilza dei nostri testimoni tra medici,politici ecc. Ma, finalmente cominciamo a poter spiegare nei Tribunali Come funziona la #cannabismedica , e che un #paziente che prova a curarsi, non dovrebbe passare questo calvario.

Non vedo l’ora di far capire al giudice che se fossi andato in giro con un qualsiasi altro medicinale che non si chiamasse #cannabis non sarebbe successo tutto questo casino.Per il momento si va in associazione e poi a fare una diretta su Radiosonar.net

ecco la puntata https://radiosonar.net/podcast/salsa-verde-1-01-canapa-caffe/?fbclid=IwAR0tGY2OpRYR4C7hGLdehEBliqk5rPtxqpFl0kt_vt8WomrK8Y096cJlPSw

cmq grazie all Avvocato Lorenzo Simonetti eTutela Legale Stupefacenti per il supporto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Easysoftonic